REX_edited.png

I PRINCIPI DELLA BLUE ECONOMY

Image-empty-state.png

- Qualcosa viene sostituito con niente se è davvero necessario produrlo.
- I nutrienti, materia ed energia, nei sistemi naturali non c'è spreco. Ogni sottoprodotto è una materia prima per un nuovo prodotto. Un rifiuto per uno è un alimento per un altro.
- La ricchezza della natura è la biodiversità. Standardizzazione industriale è l'opposto.
- La natura offre spazio per gli imprenditori che producono di più con meno. La natura è in contrasto con il monopolio.
- La gravità è la fonte principale di energia, la seconda risorsa rinnovabile è l'energia solare.
- L'acqua è il solvente primario.
- La natura è in continua evoluzione. Ci sono sempre novità.
- La natura funziona solo con ciò che è localmente disponibile. La cultura economica sostenibile rispetta e valorizza le risorse locali.
- La natura si basa su esigenze di base e si sviluppa poi in abbondanza. L'attuale modello economico è basato sulla scarsità come base per la produzione e il consumo.
- I sistemi naturali sono semplici.
- In natura, tutto è biodegradabile - è solo una questione di tempo.
- In natura tutto è sempre in collegamento e sviluppato simbioticamente.
- In natura, acqua, aria e suolo sono un bene comune, libera e abbondante.
- In natura, un processo crea molti benefici.
- Sistemi naturali pongono rischi. Ogni rischio è una motivazione per l'innovazione.
- La natura è efficiente. Pertanto, la massima sostenibile economico utilizza materia esistente e di energia, in modo che scende il prezzo per i consumatori.
- La natura propone il meglio per tutti gli interessati.
- In natura gli svantaggi sono vantaggi. I problemi sono un'opportunità.
- La natura si fonda sulla biodiversità. Un'innovazione naturale offre numerosi vantaggi per tutti.
- Produrre con quello che abbiamo, sviluppare innovazioni ispirate dalla natura, ottenere una sostenibilità mai immaginata, quali creare posti di lavoro e capitale sociale, offrendo di più con meno.