REX4 VUOTO.png

Istituito l’Osservatorio del Mare a Mola di Bari: Monitoraggio partecipato dell’ambiente marino costiero con la “Citizen Science” .

Istituito l’Osservatorio del Mare a Mola di Bari: Monitoraggio partecipato dell’ambiente marino costiero con la “Citizen Science” .

Il Comune di Mola di Bari ha avviato un accordo di collaborazione con l’Osservatorio del Mare di Molfetta (OMM) ed ha istituito la sezione locale dell’Osservatorio anche a Mola di Bari. L’accordo, approvato dalla giunta comunale agli inizi di marzo, è stato firmato nel pomeriggio di martedì 29 marzo presso il palazzo municipale dal sindaco Giuseppe Colonna e dalla presidente dell’OMM Maddalena de Virgilio.

L’obiettivo di questa collaborazione è quello di migliorare l’efficacia della strategia di sviluppo sostenibile del territorio secondo la visione, i processi, le linee guida e le azioni che la politica locale persegue, attraverso la generazione di competenze e opportunità che l’OMM è in grado di favorire e alimentare in termini di Citizen Science e conoscenza con l’obiettivo di promuovere un ambiente collaborativo orientato alla generazione di innovative iniziative di monitoraggio ambientale, sociali e culturali e di educazione ambientale e allo sviluppo sostenibile.
A tal proposito, il sindaco Giuseppe Colonna ricorda che “il Comune di Mola di Bari, con il progetto “Mola Sostenibile” Azioni per il monitoraggio e per il controllo ambientale, persegue la sperimentazione di processi di innovazione ambientale, sociale, e culturale in grado di tracciare nuovi scenari e prospettive di evoluzione e crescita sostenibile dei territori attraverso la partecipazione dei cittadini e che nell’ambito dei propri compiti, sostiene e promuove con ogni mezzo a sua disposizione, attraverso l’attuazione dei principi di sussidiarietà e collaborazione previsti nell'art.118 e di tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi previsti nell'art.9 della Costituzione. Promuovendo forme e strumenti di collaborazione con i cittadini per assicurare la elaborazione condivisa delle politiche pubbliche locali, valorizzando modelli innovativi di democrazia partecipativa e sperimentando nuove pratiche di coinvolgimento dei cittadini”.
Infatti, l’accordo è finalizzato alla promozione e realizzazione di un ambiente collaborativo e progettuale orientato alla progettualità di ricerca e sviluppo, co-progettazione e processi di monitoraggio e valutazione nell’ambito della Citizen Science - la scienza fatta dai cittadini-, con forte coinvolgimento e partecipazione delle associazioni e dei cittadini; alla raccolta dati e monitoraggio dell’ambiente marino-costiero; alla valutazione e censimento della biodiversità marina e costiera; alla divulgazione e restituzione ai cittadini delle osservazioni; a percorsi di informazione, formazione, orientamento e accompagnamento ad alto impatto civico rivolti in particolare alle nuove generazioni o comunque ai bisogni delle realtà sociali, culturali ed economiche del territorio sia in forma singola che associata; ad attività di divulgazione attraverso media, eventi, mostre, conferenze, report, articoli scientifici, social network, siti web, piattaforme informatiche e all’istituzione della sede dell’Unità Operativa Locale dell’OMM a Mola di Bari.
“Stare con le associazioni dei cittadini è nello spirito dell’Osservatorio del Mare. - dichiara la presidente Maddalena de Virgilio - La disponibilità verso le istituzioni pure. Da oggi l’OMM istituzionalmente collabora con il Comune della città di Mola di Bari e le associazioni cittadine. Da cittadini vorremmo coinvolgere altri cittadini per condividere l’approccio di “citizen science” che prevede il coinvolgimento diretto dei cittadini nel monitoraggio della costa urbana. Le osservazioni si fanno con metodologie scientifiche, che vengono semplificate e consegnate ai cittadini volontari per raccogliere dati (nello spazio e nel tempo) che altrimenti sarebbe impossibile reperire. Questi dati alimentano le banche dati locali e servono a valutare lo stato di salute della costa e del suo ecosistema. L’obiettivo dell’accordo tra OMM e Comune di Mola è la PARTECIPAZIONE dei cittadini per il monitoraggio ambientale (partecipato); analisi (partecipata) dei risultati; proposte (partecipate) di programmi a difesa dell’ecosistema costiero e di sviluppo sostenibile. Sono convinta che i cittadini armati solo di pazienza, entusiasmo e pacifica determinazione possono fare tanto per la protezione del nostro mare”.
“Obiettivo delle politiche del Comune di Mola di Bari – dichiara l’assessore all’ambiente Elvira Tarsitano - è promuovere e sostenere lo Sviluppo sostenibile del territorio da realizzare anche attraverso l’attuazione di progetti rivolti alla comunità, intendendo la città come laboratorio permanente di cittadinanza attiva e di democrazia partecipata, rivolto a tutti e in particolare alle nuove generazioni in linea con gli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile - Sustainable Development Goals, SDGs. L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU che si sono impegnati a raggiungerli entro il 2030. Questi rappresentano obiettivi comuni su un insieme di questioni importanti per lo sviluppo: la tutela della biodiversità marina e terrestre ed il contrasto al cambiamento climatico, per citarne solo alcuni. ‘Obiettivi comuni’ significa che essi riguardano tutti i Paesi e tutti gli individui: nessuno ne è escluso, ne deve essere lasciato indietro lungo il cammino necessario per portare il mondo sulla strada della sostenibilità”.
L’accordo di collaborazione comporta impegni reciproci tra le parti, per l’OMM la messa a disposizione le proprie competenze, le proprie reti, comprese quelle di altre istituzioni, come università, enti di ricerca e scuole e i propri strumenti al fine di garantire la sostenibilità delle attività. Oltre alla co-progettazione dei processi di partecipazione e attività inclusive e innovative volte a stimolare la partecipazione dei cittadini finalizzate all’attuazione delle attività previste. Il Comune di Mola di Bari fornirà il supporto, le competenze e gli strumenti necessari per il coinvolgimento della cittadinanza e delle associazioni presenti sul territorio, la co-progettazione, l’organizzazione e la gestione delle attività che si deciderà di intraprendere. Il Comune metterà a disposizione propri spazi, beni comuni, ed infrastrutture per la realizzazione delle attività oggetto del presente accordo in particolare di ubicare la sede dell’Unità Operativa Locale dell’OMM di Mola di Bari presso l’ufficio dell’Assessore all’ambiente sito al primo piano della casa comunale. L’accordo di collaborazione non comporta spese per il Comune di Mola di Bari salvo quelle afferenti l’ordinario funzionamento della sede dell’Unità Operativa Locale dell’OMM.
Per la gestione e l’attuazione dell’Accordo, si è convenuto l’attivazione di un Comitato paritetico di Gestione in rappresentanza per il Comune di Mola di Bari nella persona dell’Assessore all’ambiente, del consigliere delegato in materia di start up e sicurezza ed igiene urbana, del responsabile del settore IX-ufficio ambiente e per l’associazione OMM nella persona del Presidente e del referente della commissione di studio tecnico/scientifica dell’associazione.